Home » Elezioni 2014, Primo piano, Servizi Pubblici

Inaccettabile la bocciatura dell’ODG sui rimborsi ASA

27 settembre 2014 2 Commenti

asa

Una conferma la bocciatura dell’odg.

La bocciatura dell’ordine del giorno presentato da Movimento 5 Stelle sui rimborsi Asa per gli utenti non allacciati al depuratore, rappresenta l’ennesima conferma che a questa amministrazione non interessano affatto i diritti e la tutela dei propri cittadini. L’oggetto dell’ordine del giorno era molto semplice: fornire nel più breve tempo possibile informazioni ai cittadini sui loro diritti rispetto ad un ingiusto prelievo compiuto da Asa nella bolletta dell’acqua, è stato respinto.
Le motivazioni addotte in consiglio per il mancato accoglimento non sono accettabili. Il Comune di Campiglia in quanto socio ha avuto 6 anni per pretendere che Asa desse adeguata informazione agli utenti sulla sentenza della Corte Costituzionale sulla possibilità del rimborso, invece non se ne è preoccupata riducendosi ad uno scarno comunicato sui giornali solo 20 giorni prima della scadenza. In questo modo i cittadini non avranno tempo per conoscere e attivarsi per chiedere il rimborso.
Ma questa vicenda è solo la dimostrazione di quale sia stato il rapporto tra Asa e l’amministrazione in questi anni, un rapporto accondiscendente delle scelte della società idrica: dove non si è mai imposta per chiedere a cosa sono dovuti i continui aumenti nella bolletta, non si è mai attivata per far rispettare il referendum sull’, dove non si è mai imposta per riscuotere il credito di quasi un milione di euro che ha da avere dalla società.
Insomma noi non ci siamo stupiti del voto contrario della maggioranza, ma i cittadini sono ancora sicuri che questa amministrazione stia tutelando i loro interessi?

Comune dei Cittadini 24.09.2014

2 Commenti »

  • ES dice:

    Buonasera, mi allaccio a questa rubrica, a questo argomeno perchè non saprei come altro fare per contattrvi, alla mia età non sono molto pratico di informatica.
    Vorrei porre l’attenzione si Via D. Alighieri.
    L’anno passato è stata riqualificata la via con tanto di cerimonia ecc, tutto molto bello, giusto, utile e necessario, il tutto ovviamente con i soldi pubblici.
    In un anno ma è più rispondente alla verità dire nel giro di 6 / 9 mesi, si sono verificate ben 4 rotture dell’acquedotto.
    Un vecchio “inutile” referendum voluto dal popolo sovrano stabiliva che l’acqua è pubblica e così deve rimanere o tornare dove ciò non lo sia, bene il popolo sovrano NON conta ovviamente nulla e tutto è rimasto in mano all’ASA la quale getisce ottimamente bene l’acquedotto …. o no ?! voglio credere che il Comune prima di intraprendere i lavori della Via Alighieri si sia rapportata con ASA (spero che lo abbia fatto anche con le altre vie che sta riqualificando) ma evidentemente ASA non sa quello che tutti i cittadini Venturinesi sanno cioè che a Venturina l’acquerotto come le fogne i cavi elettrici e telefonici (a parte le zone nuove) sono vecchi decrepiti superati sottostimati e da anni si rompono in continuazione !!! l’ASA non lo sa! o lo sa ? ma rifare gli impianti completamente nuovi e magari sovradimensioanti costa troppo allora … tanto non sono soldi suoi …ASA i soldi li vuole solo prendere … quindi non fa un bel niente, quando si rompe un tubo spacca tutto, mette una cravatta e ritappa tutto, poco dopo ovviamente si spaccherà 50 cm più in là, lo sanno anche i bambini ! se il tubo è marcio … e Via D. Alighieri è già nuovamente tutta rovinata ! Evviva!
    Un caro saluto a tutti e … non spendiamo più soldi pubblici tanto … dateli direttamente ai vari presidenti ecc

  • ES dice:

    Il mio precedente commento è del 19-2-2015, a dimostrazione della verità, a maggio l’ASA è intervenuta altre 2 volte sulla tubazione di Via Alighieri.
    E come diceva il grande Totò … “e io pago” che potrebbe anche essere un simpatico titolo di una rubrica dove i cittadini denunciano i misfatti di queste amministrazioni … eccessivamente potenti visto che fanno come gli pare sempre e comunque (sarebbe bello però cominciare a poter fare davvero qualcosa, beh! le ultime votazioni dovrebbero dire qualcosa al di la dei partiti … qualcosa sul malcontento e la rappresentatività di questi signori, essere presidenti con il circa 42% del 48% sai te che popò di rappresntatività! e vedere come è caduto in basso il PD anche in zona se le sinapsi funzionassero farebbero fare sonni poco tranquilli e magari una manina sulla cosienza se c’è sempre per poi ritornare con i piedi per terra e cominciare a fare le cose a modo o se non si è capaci dimettersi e lasciare la poltrona, idem per i dirigenti non solo per i politici. A proposito dei dirigenti … sbagliatissimo il contratto a tempo indeterminato, via dopo massimo 5 anni e stipendio adeguatamente basso).

Scrivi un commento!

Scrivi un commento sotto o puoi anche sottoscrivere questi commenti via RSS.

No spam. Grazie.