Home » Archivi

Articoli in: Territorio & Ambiente

Primo piano, Territorio & Ambiente »

[5 Feb 2018 | Nessun Commento | ]

Con l’approvazione della variante al piano strutturale e al regolamento urbanistico si è conclusa l’ennesima triste e desolante vicenda di mala gestione  sulla problematica del rapporto tra attività estrattive e compatibilità con le strategie di un territorio e l’interesse comune.
Per giustificare l’approvazione di questa variante la giunta Soffritti è arrivata a disconoscere anche gli stessi intenti e dichiarazioni che si erano fatte in precedenza, le strategie e le risorse messe in campo per l’attività alternative (progetto Rimateria), si è arrivati a sostenere pubblicamente la necessità che questa variante era necessaria …

Primo piano, Territorio & Ambiente »

[5 Feb 2018 | Nessun Commento | ]

Sulla cava di Monte Calvi circolano notizie secondo le quali i suoi proprietari avrebbero finanziato il parco di San Silvestro e non gli avrebbero arrecato nessun danno, tant’è che i visitatori sono aumentati. Siccome quel parco  è stato realizzato con ingenti contributi dell’Unione Europea e con il cofinanziamento del Comune di Campiglia, la notizia merita davvero chiarimenti.
Da anni  i proprietari della cava Monte Calvi dicono di aver finanziato il parco. E’ un falso clamoroso. La società ha versato al Comune di Campiglia solo somme dovute per le concessioni a scavare …

Primo piano, Servizi Pubblici, Territorio & Ambiente »

[5 Feb 2018 | Nessun Commento | ]

La nota inviata dal Sindaco Giuliani  agli organi dell’Ato sud e ai sindaci della Val di Cornia fa emergere un quadro allarmante di quale sia il livello di gestione dei rifiuti in questo territorio. Il Sindaco afferma di non essere stato consultato da SEI toscana nell’ individuare il sito della trasferanza nel suo comune, smentendo dunque di fatto gli assessori Chiarei e Bartalesi e Russo. Inoltre solleva un pesante dubbio già denunciato dal comune di Suvereto sulla legittimità di una operazione che vede l’affidamento senza appalto della gestione di rifiuti …

Primo piano, Territorio & Ambiente »

[5 Feb 2018 | Nessun Commento | ]

La Sindaca di Campiglia difende il proprio operato, ovvero quello di aver prolungato a tempo illimitato il prolungamento dell’attività estrattive  fino al completo esaurimento dei volumi autorizzati  e, nel caso della cava di Monte Calvi, anche di ampliare il perimetro della cava di circa tre ettari.  Deve però dire ai cittadini che tutto questo contrasta con ciò che ha sostenuto fino ad oggi. Per consentire alla cava di Monte Calvi di  proseguire le escavazioni e di ampliare il perimetro (lo dica ai propri cittadini perché ci sarà pure un motivazione …

Primo piano, Territorio & Ambiente »

[5 Feb 2018 | Nessun Commento | ]

Tutto come previsto. Il partito che governa il Comune di Campiglia ha compiuto l’ennesimo atto di servilismo verso le cave, in particolare verso la Cava di Monte Calvi. Dopo aver autorizzato nel 2002, con la Giunta Velo, il suo raddoppio da 4 a 8 milioni di mc., ora la Giunta Soffritti ignora la scadenza fissata da anni al 2018 e prolunga le autorizzazioni a tempo illimitato, fino al pieno esaurimento delle volumetrie già autorizzate. Addirittura amplia anche il perimetro della cava di quasi tre ettari.  Per noi è sempre stato …

Primo piano, Territorio & Ambiente »

[5 Feb 2018 | Nessun Commento | ]

L’ASIU, la società che i nostri amministratori presentavano  fino a pochi mesi fa come un’azienda modello , appare ora in tutta evidenza per quello che è stata. Un’azienda mal gestita che ha accumulato debiti per decine di milioni di euro (20-30), che fin dal 2012 era costretta a chiedere soldi alle banche per pagare gli stipendi dei dipendenti e che, non ricevendo crediti da altre banche, è stata costretta a rivolgersi ad una banca sull’orlo del fallimento come la Banca Popolare di Vicenza. L’unica a concedere crediti, ma dietro acquisto …

Primo piano, Territorio & Ambiente »

[5 Feb 2018 | Nessun Commento | ]

Gli intenti dichiarati con cui i Comuni di Piombino, Campiglia e San Vincenzo hanno creato Rimateria, erano chiare e si riferivano all’interesse pubblico di operare le bonifiche nel SIN di Piombino, di ridurre le escavazioni dalle colline sostituendo gli inerti di cava con materiali riciclati e di realizzare azioni di gestione e recupero dei rifiuti speciali basato sul principio di prossimità.
Al di là delle strane dichiarazioni del Presidente Caramassi sulla pretesa riqualificazione ambientale operata a Ischia di Crociano, la realtà è che stiamo importando rifiuti speciali pericolosi da tutt’Italia (oltre …

Economia & Lavoro, Primo piano, Territorio & Ambiente »

[14 Lug 2017 | Nessun Commento | ]

Ci dicevano che ASIU era un’azienda modello e un valore per i cittadini. Purtroppo non era vero.
I fatti dimostrano esattamente il contrario e ci dicono che i Sindaci che glorificavano ASIU o erano in mala fede o non capivano ciò che stava succedendo nell’azienda pubblica che dovevano controllare. Entrambe sono patologie della pessima amministrazione.
Già nel 2012 ASIU era già in una gravissima crisi finanziaria tale da non riuscire neppure a pagare gli stipendi ai dipendenti. Non lo diciamo noi, ma il liquidatore di ASIU con un comunicato ufficiale di questi …

Economia & Lavoro, Primo piano, Sociale & Cultura, Territorio & Ambiente »

[14 Lug 2017 | Nessun Commento | ]

La condizione sociale di Piombino e della Val di Cornia è davvero preoccupante.
I nostri Comuni sono giunti al nodo drammatico della crisi Lucchini in ordine sparso e senza aver maturato un visione autonoma e unitaria. Il Comune di Piombino, unico interlocutore delle istituzioni regionali e nazionali, altro non ha fatto che assecondare ogni richiesta di Cevital. Il prodotto più eclatante è stata la Variante Aferpi con la quale, nel 2016, ha deciso di consegnare senza condizioni la città ad un unico imprenditore, nonostante avesse già disatteso tutti gli impegni assunti, …

Primo piano, Territorio & Ambiente »

[14 Lug 2017 | Nessun Commento | ]

Le notizie di stampa apparse in questi giorni sulla gestione di ASIU, ora in liquidazione, sono gravissime e richiedono che si faccia piena luce su quanto accaduto tra il 2012 e il 2017.
Com’è possibile che un’azienda pubblica come ASIU nel 2012 abbia potuto contrarre tre mutui con la Banca Popolare di Vicenza per complessivi due milioni e quattrocentomila euro  per opere nella discarica di Ischia di Crociano che poi non realizza nei cinque anni successivi? Dal 2012 i nostri cittadini pagano  ammortamenti di mutui per opere che, si presuppone, dovevano  …