Home » Archivi

Articoli in: Economia & Lavoro

Economia & Lavoro, Primo piano, Territorio & Ambiente »

[14 Lug 2017 | Nessun Commento | ]

Ci dicevano che ASIU era un’azienda modello e un valore per i cittadini. Purtroppo non era vero.
I fatti dimostrano esattamente il contrario e ci dicono che i Sindaci che glorificavano ASIU o erano in mala fede o non capivano ciò che stava succedendo nell’azienda pubblica che dovevano controllare. Entrambe sono patologie della pessima amministrazione.
Già nel 2012 ASIU era già in una gravissima crisi finanziaria tale da non riuscire neppure a pagare gli stipendi ai dipendenti. Non lo diciamo noi, ma il liquidatore di ASIU con un comunicato ufficiale di questi …

Economia & Lavoro, Primo piano, Sociale & Cultura, Territorio & Ambiente »

[14 Lug 2017 | Nessun Commento | ]

La condizione sociale di Piombino e della Val di Cornia è davvero preoccupante.
I nostri Comuni sono giunti al nodo drammatico della crisi Lucchini in ordine sparso e senza aver maturato un visione autonoma e unitaria. Il Comune di Piombino, unico interlocutore delle istituzioni regionali e nazionali, altro non ha fatto che assecondare ogni richiesta di Cevital. Il prodotto più eclatante è stata la Variante Aferpi con la quale, nel 2016, ha deciso di consegnare senza condizioni la città ad un unico imprenditore, nonostante avesse già disatteso tutti gli impegni assunti, …

Economia & Lavoro, Primo piano, Sociale & Cultura »

[7 Apr 2017 | Nessun Commento | ]

E’ notizia di questi giorni che le Organizzazione Sindacali dei metalmeccanici hanno indetto uno sciopero generale del settore per venerdi 24 marzo su tutta la provincia di Livorno.
Lo Sciopero è stato indetto dopo che le note vicende AFERPI si stanno facendo sempre più fosche visto che il Gruppo CEVITAL non sembra voglia rispettare gli accordi firmati per il rilancio della produzione dell’acciaio a Piombino. E’ un destino e una preoccupazione che coinvolge più di 2000 famiglie senza contare tutte le aziende che lavorano nell’indotto e che in un modo o …

Economia & Lavoro, Primo piano »

[7 Apr 2017 | Nessun Commento | ]

Dopo la conferma della chiusura della sezione della scuola materna di Campiglia anche dall’approvazione del Bilancio previsionale emerge chiaro che questa amministrazione ha smesso di credere, se mai ci ha creduto, di poter aiutare il centro storico di Campiglia a rivivere.
Nella spesa corrente non è stato previsto nessun stanziamento per il sostegno alle famiglie che scelgono di vivere nel borgo, tutto l’ingente capitale derivato dalla controversia con ENEL (più di 800 mila euro) verrà speso per interventi a Venturina. Insomma dopo la ormai annunciata chiusura delle scuole nei prossimi anni, …

Economia & Lavoro, Primo piano »

[22 Dic 2016 | Nessun Commento | ]

 
La proposta di cambiare il regolamento per la rateizzazione dell’imposta IMU proposta dall’amministrazione a guida PD è una presa in giro ai cittadini e agli imprenditori  di questo comune.
Infatti prima nel bilancio questa amministrazione ha fissato al massimo imponibile l’aliquota IMU proprio sui fabbricati produttivi, poi si accorge che i cittadini non ce la fanno più a pagare le imposte vessatorie che gli ha imposto di pagare e allora si ravvede: i contribuenti devono continuare a pagare le tasse al massimo imponibile, ma lo possono fare in comode rate da …

Economia & Lavoro, Primo piano, Territorio & Ambiente »

[26 Ott 2016 | Nessun Commento | ]

A Campiglia tutti i gruppi di opposizione (Comune dei Cittadini, Forza Italia, Movimento Cinque Stelle) concordano sulla convocazione di tutti i Consigli Comunali aperti per fare chiarezza sulla vicenda AFERPI.
Il Consiglio comunale di Campiglia mma non è mai stato interessato in questi anni da una discussione sulla crisi industriale, nonostante più volte e da più parti fosse stato chiesto un consiglio dedicato. Infatti la crisi dell’area industriale interessa tutta la Val di Cornie e non solo Piombino: gli operai che rischiano il lavoro vengono da tutto il territorio ed inoltre …

Economia & Lavoro, Primo piano »

[19 Ott 2016 | Nessun Commento | ]

 

Il gazebo è stato posizionato, sono stati tracciati i percorsi pedonali, ci sono le tracce dei percorsi e dei lampioni. Entro l’anno potrebbe essere tutto completato. Parole della Sindaca Soffritti che di recente ha annunciato ai cittadini lo stato d’avanzamento dei lavori nella pineta lungo la “strada del parco termale” di Caldana. E’ la pineta di proprietà del Comune a monte della strada con davanti un vecchio edificio industriale dismesso, dietro una cava abbandonata da decenni e su un lato i resti del vecchio impianto di betonaggio della Betonval. E’ …

Economia & Lavoro, Sociale & Cultura »

[14 Lug 2016 | Nessun Commento | ]

Noi cittadini dei comuni della Val di Cornia,ci lamentiamo della politica locale,dei servizi e dei costi di acqua,rifiuti ed altro,ma cosa facciamo per cambiarla o migliorarla? assolutamente nulla,ci arrabbiamo al momento e poi paghiamo gli aumenti delle tariffe e tutto finisce.
Vogliamo guardare alle cose del nostro territorio, degli sprechi,dei servizi scadenti, e come gestiscono in modo poco lungimirante il nostro territorio? e cosa lasciamo ai nostri figli e nipoti? Non è un problema di appartenenza ad un partito,ma di soffermarsi a riflettere su questi ultimi 70 anni di politica locale …

Economia & Lavoro, Primo piano, Territorio & Ambiente »

[26 Feb 2016 | Nessun Commento | ]

Le dichiarazioni del Sindaco e dell’assessore all’urbanistica esprimono una visione profondamente diversa dalla nostra. Se i turisti scelgono la Val di Cornia come meta turistica non è certo per i capannoni sorti ovunque (molti dei quali vuoti), tanto meno per i grandi centri commerciali o per le cave. Il turismo da noi si sta affermando per scelte fatte in anni lontani da altre amministrazioni, tra cui quelle di aver conservato lunghi tratti di costa libera e di aver valorizzato una parte del nostro patrimonio storico e naturale. Lo si …

Economia & Lavoro, Primo piano »

[10 Feb 2016 | Nessun Commento | ]

Il momento che viviamo è difficilissimo e non dipende certo da chi amministra i nostri Comuni. La crisi trae origine dal prevalere degli interessi della finanza su quelli dell’economia reale. Ma questo non assolve chi (in presenza della crisi siderurgica che risale ad almeno un quarto di secolo) non ha saputo mettere basi solide per la diversificazione dell’economia, prima di tutto attribuendo maggiore valore alle nostre risorse, dall’agricoltura al patrimonio naturale e storico. Da anni non esistono programmi seri per questi settori. Il progetto dei parchi risale a due decenni …